Fibroma osseo

Sono una donna di 30 anni, all'età di 16 anni mi hanno asportato un fibroma osseo e finora non ho avuto nessun problema, ma nella TAC si conferma pure la presenza di fibromi ossei a contorni osteosclerotici al 3 distale della diafisi femore dx sul versante posteriore e al 3 prossimale della diafisi tibiale di sx sempre sul versante posteriore.
Cosa significa?
Il cosiddetto “fibroma osseo”, come lei ormai ben sa, è un tumore di natura benigna, formato da tessuto connettivo fibroso, che, come sede, predilige il periostio in sede metafiso-diafisaria o epifiso metafisaria specie all'estremità inferiore del femore, alla tibia, al perone ed all'omero.
A seguito di affezioni infiammatorie o degenerative, di piccoli insulti meccanici o sollecitazioni meccaniche iterative, il tessuto osseo, che é “tessuto vivente”, colpito reagisce con una risposta osteogenica differenziata in riferimento alla diversa aggressività dell’agente patogeno. Radiograficamente si osservano alterazioni di diverso tipo e grado: erosioni eccentriche dell'osso, un orletto sclerotico con irregolarità dei capi articolari, presenza di osteofiti marginali, sclerosi subcondrale etc. Tali lesioni, in linea di massima, sono un’espressione reattiva dell’osso e non viene compromessa la resistenza scheletrica, a meno che vi sia concomitante osteoporosi.
Prof.ssa Rachele Zylberman
San Raffaele Velletri
Vuoi contattare i nostri esperti?
Effettua il login o crea un nuovo account.