Episodio di bronchite acuta

Nel mese di Aprile ho avuto un'episodio di forte raffreddore/tracheite con tosse ma senza febbre. Nel giro di alcuni giorni il raffreddore e' passato e la tosse e' diminuita ma non scomparsa del tutto rimanendomi, a livello trachea, un "solletico" che nei momenti di ispirazione profonda mi procura un colpo di tosse. Dopo un paio di settimane, una sera, al momento di coricarmi, avverto a livello bronchiale nell'espirazione, una sensazione "di pentola che bolle", ovvero sento le bollicine. Mi spavento molto perche' non mi era mai successo, questo mi procura forte ansia (sono una persona ansiosa di natura e anche ipertiroidea con Basedown) con tachicardia. Mi reco al Pronto soccorso, dove mi eseguono esami del sangue (negativi), ECG (normale ma con tachicardia) e RX torace con il seguente esito che trascrivo: Accentuazione bilaterale della trama peribroncovasale con aspetto confluente alle basi. Ombra cardiaca nei limiti.
Vengo dimessa con la seguente cura: Aerosol con ClenilA+5 gocce di Brevia per 3 volte al di', ciproxin 500mg 2 al giorno per 6 gg. eseguo la cura, ma adistanza di 15gg io continuo ad avvertire questo fastidioso 'ribollire" che mi fa agitare, anche perche' non mi e' stato spiegato il motivo. Ho la bronchite? Oppure cosa? Passera?

Gentile signora, da quanto descrive, sembra trattarsi di un episodio di bronchite acuta, successiva ad un episodio infiammatorio delle alte vie aeree. Non è raro che i postumi di tale affezione possano protrarsi a lungo. L’esame radiografico e la terapia che le è stata prescritta al pronto soccorso, confermano l’ipotesi diagnostica. E’ chiaro comunque che sarebbe necessario poterla visitare. Comunque non si allarmi, in quanto non si tratta di nulla di grave, passerà con il tempo. Nel frattempo, se fuma, smetta di fumare.

Franco Pasqua, San Raffaele Velletri