Sport e disabilità: a Sulmona l’evento “Tutti nello Sport” organizzato dal Rotary Club

I pazienti del San Raffaele hanno partecipato alla manifestazione che promuove le attività sportive come patrimonio di tutti

Tennis, tennis da tavolo, tiro con l’arco, bocce: non è una carrozzina che può impedire di praticare queste discipline, e a darne prova è stato l’evento “Tutti nello Sport - IX edizione” promosso dal Rotary Club di Sulmona  e svoltosi domenica 22 ottobre nel comune abruzzese presso il complesso dell’Incoronata. Una giornata dimostrativa della praticabilità di questi sport oltre che un’occasione in particolare per le famiglie di soggetti diversamente abili.

«L’iniziativa del Club che presiedo», ha spiegato la presidente del Rotary Club Sulmona Paola Del Basso Orsini, «è stata sempre apprezzata e partecipata da tanti giovani meno fortunati che si dedicano con grande entusiasmo alle attività sportive per  migliorare le loro condizioni psicofisiche, alcuni dei quali competono con successo ai giochi paralimpici».

A supportare l’organizzazione della manifestazione, il Circolo Tennis che ha messo a disposizione gli impianti sportivi e il San Raffaele Sulmona, i cui pazienti hanno partecipato attivamente all’iniziativa.

«Lo sport ha dato risvolti eccezionali in ragione del miglioramento della condizione di soggetti diversamente abili a 360°, con conseguenze positive sul piano fisico, motorio e psico-sociale. Non si tratta soltanto di una manifestazione che offre ai pazienti la possibilità di conoscere lo sport ma soprattutto di una occasione per comprendere l’importanza di praticare regolarmente attività sportiva come parte integrante del progetto riabilitativo», ha affermato il Direttore Sanitario del centro di riabilitazione abruzzese, Prof. Giorgio Felzani.

Vota questo contenuto
Commenti

Pubblica un commento

Captcha