Piazza di Siena 2021: la chiusura dell’88° edizione affidata ai ragazzi del Carosello San Raffaele Viterbo

Un’esibizione simbolo di inclusione e socializzazione, decisamente straordinaria in era COVID-19

 

Torna per la sedicesima volta a Piazza di Siena il Carosello San Raffaele Viterbo per concludere la kermesse internazionale di equitazione, giunta all’88° edizione. Un’esibizione simbolo, da sempre, di inclusione e socializzazione verso una normalità possibile e ancor più straordinaria in era Covid-19.  “Una tradizione che si rinnova e che fa respirare aria di rinascita” dopo i lockdown, ha sottolineato il presidente della FISE, Marco Di Paola, parlando dell’esibizione e dell’impegno dei ragazzi normodotati e disabili che partecipano al Carosello. Anche loro protagonisti e in qualche modo vincitori grazie a uno spettacolo che è l'esempio tangibile del successo della riabilitazione equestre e che non smette di meravigliare gli spettatori che vedono gli effetti di un percorso complesso e di grande impegno.

 

Il Carosello, da un punto di vista riabilitativo, rappresenta l’obiettivo raggiunto ed anche l’inizio di un nuovo percorso ricco di possibilità di crescita. Ragazzi ed operatori lavorano costantemente durante l’anno per eseguire correttamente le figure combinate sul ritmo dalla musica oltre a gestire e curare quotidianamente i cavalli con cui instaurano una relazione profonda.

 

Il Centro di Riabilitazione Equestre del San Raffaele Viterbo nasce nel 1986 all’interno dell’omonima struttura sanitaria (un tempo nota come Villa Buon Respiro), specializzata nel recupero funzionale e sociale di persone colpite da minorazioni fisiche, psichiche e sensoriali. L’attività equestre è parte di un progetto medico scientifico multidisciplinare ed offre ai pazienti un’opportunità riabilitativa in più, grazie all’apertura verso il mondo esterno. Un momento di grande valore sportivo e sociale, ormai riconosciuto da tutti come simbolo di integrazione e della capacità di inclusione sociale dello sport.


Dal debutto nel 1990, avvenuto in occasione della Fiera Internazionale Tuscia Cavalli a Viterbo il Carosello del San Raffaele è sceso in campo in occasione di numerosi eventi legati al mondo del cavallo e della disabilità. Quest’anno torna per la 16° volta a Piazza di Siena con un gruppo costituito da 16 binomi e un attacco, in sella a cavalli di razza Haflinger, allevati e addestrati nel Centro San Raffaele Viterbo.

Vota questo contenuto