La gestione della disfagia: un corso ECM all’IRCCS San Raffaele

Sono aperte le iscrizioni per l’evento ECM dal titolo “La gestione della disfagia neurogena e post-chirurgica: possiamo fare meglio?” che ha come obiettivo quello di è fare il punto sullo stato dell’arte delle conoscenze scientifiche sulla disfagia e illustrare le più moderne tecniche di intervento in ambito diagnostico e riabilitativo. Il corso si rivolge infatti a specialisti del settore, ai quali verrà proposto un percorso all’interno di un programma, suddiviso in due incontri in presenza, presso la Sala Convegni dell’IRCCS San Raffaele (Via di Val Cannuta, 247), venerdì 20 maggio, dalle 9 alle 16:45, e sabato 21 maggio, dalle 9 alle 13.


Negli ultimi decenni si è compreso quanto sia cruciale il ruolo della deglutizione oro-faringea nel mantenimento della salute umana e si sono ampiamente diffuse le tecniche di diagnosi e gestione riabilitativa della disfagia. “Le alterazioni della deglutizione, causate prevalentemente da patologie neurologiche, sia neurovascolari sia degenerative, presentano una incidenza molto elevata. Basti pensare che nell’ambito dell’ictus, la disfagia, nelle prime fasi della malattia, è presente all’incirca in un soggetto su due”, spiega il Prof. Giovanni Alfonso Ruoppolo, Responsabile Scientifico dell’evento e Consulente Foniatra per la Fondazione San Raffaele. “L’incidenza rimane comunque elevata anche nella malattia di Parkinson, particolarmente nelle fasi più avanzate, e in altre patologie neurodegenerative, in particolare la Sclerosi Laterale Amiotrofica”.


L’iscrizione, prorogata fino al 18 maggio 2022, è gratuita per tutti i dipendenti del Gruppo San Raffaele e a pagamento per i professionisti esterni. Modalità d’iscrizione e maggiori indicazioni nella locandina in allegato in alto a destra.

 

Per informazioni contattare l’Ufficio Formazione:

Vota questo contenuto

Documenti allegati