Divertimento e momenti di spensieratezza per i pazienti del San Raffaele Viterbo: l’inaugurazione della prima edizione “Respiro questa libertà”

Grandi sorrisi, entusiasmo e momenti di serenità per i pazienti del San Raffaele Viterbo che il 30 di luglio hanno avuto l’opportunità di partecipare in giochi pensati su misura per loro, con la partecipazione di tutti gli operatori della struttura. Il centro è specializzato in riabilitazione fisica, psichica e sensoriale e fornisce supporto assistenziale a soggetti di ogni età con disturbi del linguaggio, dell’apprendimento, del comportamento, della condotta e con problematiche neuro-motorie. Tiro alla fune, corsa con i sacchi, pignatte piene di caramelle, torneo di biliardino con premiazione finale hanno riempito la mattinata conclusa con un grande pranzo tra tutti i ragazzi della struttura.

”Questo è il risultato di un lavoro portato avanti da anni che ha permesso un percorso volto a favorire un inserimento sociale e lavorativo con l’attuazione di nuove strategie riabilitative adeguate e personalizzate ad una utenza sempre più giovane. Sono stati infatti avviati tirocini lavorativi e formativi nell’ambito di un più ampio percorso di inclusione sociale insieme ad altre attività ed uscite sul territorio finalizzate allo scopo,” ha spiegato il Dott. Guidorzi, Direttore Sanitario del San Raffaele di Viterbo. L’iniziativa è stata resa possibile grazie alla preziosa partecipazione delle Associazioni dei genitori e tutori, al lavoro degli operatori e soprattutto ai ragazzi, capaci di accogliere ogni novità con entusiasmo e gioia. Tutto ciò ha permesso di evidenziare quanto il reciproco impegno di conoscenza e comprensione ha consentito di apprezzare a pieno il significato del termine UMANITÀ, nella sua accezione più profonda, “ conclude Guidorzi.

Vota questo contenuto